B1 – LIGONCHIO-MONTECAGNO-MULINO DI TROMBA-MINOZZO-GARFAGNO-STRACORADA-LIGONCHIO

B1 – LIGONCHIO-MONTECAGNO-MULINO DI TROMBA-MINOZZO-GARFAGNO-STRACORADA-LIGONCHIO
(Mountain Bike)

MC/MC, L 31 Km, Disl.+ 1.150 m, q min/max 825/1.200 m s.l.m.

Partenza da Ligonchio sulla strada provinciale SP 18 per Busana, si svolta a dx per Villa Minozzo sulla SP 59 e al bivio successivo si svolta a dx per Montecagno; nel borgo si tiene la destra e si prosegue oltre il bar, la chiesa e il cimitero, sulla strada Montecagno-P. Cisa. Si segue la strada asfaltata in salita e al quadrivio si svolta sulla seconda strada a dx. Si prosegue in quota fino ad arrivare in un bosco di abeti, su un incrocio a più strade in cui, la prima a dx porta alla Fontana di Stracorada, la seconda a dx scende verso Minozzo e la terza, la principale, prosegue verso Garfagno (dalla quale si tornerà indietro). Quindi, si scende lungo seconda carraia a dx, fino alle case del Mulino di Tromba e si prosegue fino a Minozzo. I paese si gira a sx in direzione di Ligonchio, sulla SP 59 e si svolta a sx al primo bivio su asfalto, in salita, per Garfagno (si può anche mantenere la SP 59). si Oltrepassa il borgo e si continua a salire sulla strada bianca Garfagno-Stracorada per tornare a quest’ultima località e alla sua fontana. Si proseguire poi sulla strada seguita all’andata fino a Ligonchio.
Possibile variante più tecnica all’andata: (MC) si svolta sulla SP 59 a dx per Casalino (SC). Si sale alla chiesa e si prosegue oltre il cimitero e i lavatoi su una salita ripida ma breve. Si prosegue sulla carraia fino alla strada Montecagno-Passo Cisa (CAI SSP/609), dove si svolta a dx, per poi continuare su asfalto fino al quadrivio sopra citato.
Altre possibili partenze/arrivi da: Montecagno (L 17,5 Km, Disl.+ 900 m), quadrivio sotto deposito Iren (L 15,5 Km, Disl.+ 650 m).

Ristori: Ligonchio Case Bracchi, Montecagno, Minozzo.
Fontane: Scodellino a Ligonchio, Montecagno, Stracorada, Minozzo, Lavatoi di Casalino.

Percorso in parte ad anello facile in salita e discesa, tutto pedalabile su strade asfaltate (50%) e carraie (50%), di medio impegno fisico e basso impegno tecnico. Dal quadrivio sopra a Montecagno si gode di una bella panoramica sulla Valle del Secchia e sulla Pietra di Bismantova e si attraversano boschi cedui di faggio e fustaie di abeti e pini. La discesa a Minozzo si sviluppa su strade forestali senza particolari difficoltà tecniche.
.